Chi siamo

ReteCoM è la ‘Rete delle Associazioni per la Comunicazione e il Management’
cui aderiscono le organizzazioni più rappresentative del settore:

Confederazioni

Confederazione italiana dirigenti e alte professionalità

Confederazione delle associazioni professionali

Confederazione italiana dirigenti e alte professionalità

CIDA è la Confederazione sindacale che rappresenta unitariamente a livello istituzionale dirigenti, quadri e alte professionalità del pubblico e del privato. Dal 1946 associa le Federazioni rappresentative dei dirigenti e delle alte professionalità di tutti i settori produttivi.

Attraverso le sue 11 Federazioni, aderiscono alla CIDA 150mila dirigenti sia pubblici che privati. La Confederazione è presente con propri rappresentanti nel Cnel, in tutti i Comitati Regionali e Provinciali di Inps ed Inail e nelle maggiori Commissioni e Gruppi di lavoro istituiti presso i vari Ministeri. È inoltre socia fondatrice della CEC (Confederazione Europea dei Manager) ed esprime un proprio rappresentante nel CESE (Comitato Economico e Sociale Europeo). La CIDA è presente sul territorio con 20 sedi Regionali.

Negli anni la Confederazione si è dimostrata essere un punto di riferimento della dirigenza.

La sfida della CIDA nei prossimi anni sarà dare forza e flessibilità al network costituito dai manager associati alle sue Federazioni e dimostrare la forza di un grande sindacato plurale nelle forme, negli ambiti, nelle aspirazioni, negli stili dei suoi manager, plurale nel genere e nella cultura, ma unito da un “software” comune, un linguaggio in grado d’includere e valorizzare chi condivide i suoi obiettivi.

Come CIDA aderiamo a ReteCom per collaborare con le altre associazioni del mondo della comunicazione d’impresa e le figure professionali che vi operano, che agiscono sui processi di comunicazione a vari livelli, tradizionale e digitale, e con diversi gradi di autonomia e responsabilità. Intendiamo dare valore al ruolo della comunicazione nella società. Rappresentiamo i nostri associati occupandoci di temi di portata generale, di carattere sociale, economico e politico che coinvolgono il management, ma non solo. Contiamo su un sistema equo che riconosca le giuste opportunità di sviluppo a chiunque intenda investire nelle proprie competenze e, anche per questa ragione, siamo stati contrari fin da subito alla proposta di un passaggio coatto all’INPGI di coloro che oggi contribuiscono alla previdenza pubblica.

Confederazione delle associazioni professionali

CONFASSOCIAZIONI (www.confassociazioni.eu), è il soggetto di rappresentanza unitaria delle Federazioni, delle Associazioni, delle imprese, dei professionisti e dei manager in Italia ed in Europa. Nata nel luglio 2013, è una grande community, una vera e propria rete delle reti che fa anche business e solidarietà con le sue 690 organizzazioni professionali e di impresa associate.

Tali organizzazioni, insieme ai professionisti, imprese e manager che ne fanno parte, riuniscono più di un milione e 215mila iscritti, con più di 211mila imprese (con dimensione media 5,1 addetti) e rappresentano una parte fondamentale del sistema nervoso dell’economia italiana. Un sistema fatto che genera il 9% del PIL del Paese (il 21% se si considerano le aziende collegate).

Tra le principali aree di riferimento di CONFASSOCIAZIONI, ci sono le professioni della comunicazione e del marketing, della consulenza di direzione e del management, del digitale e del web, della finanza e del banking, della formazione, della scuola e della sicurezza, della revisione legale e della consulenza tributaria, della cultura, della moda, dello spettacolo, dell’amministrazione e della vendita immobiliare, della mediazione e della conciliazione.

L’orizzonte che la Confederazione persegue è quello di un sistema nazionale delle professioni, del management e delle imprese in cui tutti lavorino insieme creando nuove prospettive per la crescita e lo sviluppo del Paese in termini di conoscenza, innovazione e qualità nelle prestazioni fornite al cittadino/consumatore. Per noi non chiediamo niente se non giustizia ed equità. Da veri e propri azionisti del Paese vogliamo invece investire nel sistema Italia le nostre competenze professionali, manageriali e imprenditoriali per provare ad assicurare a tutti un futuro migliore.

Per questo il cammino intrapreso insieme agli altri partner di ReteCoM rappresenta per CONFASSOCIAZIONI un importante orizzonte di lavoro finalizzato a valorizzare ancora di più le figure delle professioni della comunicazione. Lavoreremo insieme agli altri soggetti associativi che fanno parte di questa rete non solo in termini di crescita del mercato e delle competenze, nonché di certificazione delle stesse, ma anche in termini di tutela di queste professionalità rispetto a problematiche di tipo previdenziale o professionale che le vedano sottoposte ad indebite pressioni perché frammentate in tante associazioni.
Laddove, ad esempio, eventuali inclusioni forzate per supportare casse previdenziali private in dissesto potrebbero generare danni alle posizioni individuali delle persone ed effetti negativi sulla previdenza pubblica. E, dunque, orizzonti lontani dal bene collettivo delle persone e del Paese.

Associazioni

Associazione per lo sviluppo della Comunicazione Aziendale in Italia

Costituita a Milano il 2 giugno 1955 come Associazione della stampa aziendale italiana (Asai), ASCAI, Associazione per lo sviluppo della comunicazione aziendale in Italia, ha ampliato progressivamente i propri scopi statutari prendendo a riferimento il più articolato sistema di informazione e comunicazione interna (Bari, 13 ottobre 1983), fino ad assumere l’attuale denominazione in occasione dell’Assemblea del 5 ottobre 1989 a Napoli.

Alla luce delle grandi trasformazioni vissute dal mondo delle imprese e per effetto della forte innovazione tecnologica esplosa con il passaggio al nuovo millennio, ASCAI ha ancor più rimodulato le tradizionali attività di benchmark, formazione, studi e ricerca, affrontando e approfondendo temi e problematiche connessi allo sviluppo dell’intero sistema della comunicazione aziendale.

Aderiscono oggi ad ASCAI alcune tra le più importanti aziende e multinazionali del Paese che, attraverso loro responsabili e operatori della comunicazione, danno vita a un continuo confronto di esperienze con il comune obiettivo di promuovere e diffondere cultura, conoscenze e abilità per la comunicazione d’impresa, con specifico riferimento alla figura professionale e alle competenze del comunicatore, adoperandosi per la definizione degli standard qualitativi della professione.

Per il raggiungimento dei propri scopi statutari, ASCAI realizza servizi e iniziative capaci di rispondere alle esigenze degli associati, avendo riguardo della specificità di ciascuna impresa in termini di tipologia, di dimensione e di cultura.

ASCAI vanta infine a livello sovranazionale un ruolo di alta rappresentanza nell’ambito della European association for internal communication (Feiea), Federazione che riunisce le Associazioni di otto nazioni dell’Ue.

Per tutte queste ragioni, ASCAI aderisce a ReteCom, nella ferma convinzione che solo una grande unione delle organizzazioni che ne fanno parte consenta di tutelare e valorizzare la professione e il ruolo dei manager della comunicazione di imprese pubbliche e private.

Associazione italiana per la comunicazione tecnica

COM&TEC è l’Associazione Italiana per la Comunicazione Tecnica che dal 2003 opera attivamente per rappresentare e valorizzare professionisti, organizzazioni e competenze in ambito Comunicazione, Documentazione Tecnica e Intelligent Information informando e sensibilizzando sull’importanza di un settore trasversale e in costante espansione.

La professione del Comunicatore Tecnico è quella di progettare, creare e distribuire Informazione per l’Uso sicuro ed efficace di prodotti, sistemi e servizi in contenuti chiari, univoci, coerenti e conformi alle normative di riferimento, fruibili su canali diversi, attraverso l’uso di metodi e strumenti allo stato dell’arte, per soddisfare il più possibile le esigenze del destinatario/utente con comunicazione e documentazione tecnica pertinenti e localizzate correttamente.

Si tratta di una delle professioni più richieste dal mercato perché oggi, sempre più, la Comunicazione Tecnica è patrimonio aziendale e di qualsiasi organizzazione e rappresenta un determinante fattore competitivo e di posizionamento sui mercati.

COM&TEC è rappresentata sul territorio nazionale da delegati territoriali, soci collaboratori e membri selezionati per i comitati in ambito Normative e Standard, Formazione e Training, Terminologia, Innovazione e Tecnologia.

COM&TEC fa parte dell’organizzazione europea tekom Europe di cui è socia fondatrice e con cui condivide programmi e finalità per sostenere e promuovere i professionisti del settore nell’analisi e nell’orientamento delle attività, nella scelta delle opportunità di formazione qualificata specifica e nelle attività di scambio di conoscenze, nello sviluppo professionale e del business, in Italia e nel mondo.

COM&TEC è anche fortemente e costantemente impegnata a livello istituzionale per ottenere il riconoscimento della figura professionale del Comunicatore Tecnico che ha un grande potenziale di sviluppo e crescita anche in termini occupazionali.

COM&TEC aderisce a ReteCoM per collaborare e condividere gli obiettivi di informazione e sensibilizzazione di istituzioni, rappresentanze politiche ed economiche, parti sociali e organizzazioni di vario tipo e nei vari campi di attività, su un settore che rappresenta professionisti con competenze specifiche e di alto valore aggiunto, necessari all’interno di qualsiasi organizzazione che voglia distinguersi e posizionarsi sui mercati.

Insieme alle altre Associazioni che costituiscono ReteCoM rappresentiamo i nostri associati e operiamo per lo sviluppo e il riconoscimento di tutti quanti operano nei vari ambiti della Comunicazione Specialistica e del Management.

Federazione relazioni pubbliche italiana

FERPI, Federazione Relazioni Pubbliche Italiana, nasce nel 1970. È l’associazione che rappresenta in Italia i professionisti delle Relazioni Pubbliche e della Comunicazione. I soci FERPI operano come liberi professionisti, dirigenti, funzionari, dipendenti e collaboratori di aziende, enti pubblici ed enti del terzo settore, docenti universitari. Partecipano alla vita associativa anche studenti e neolaureati.

FERPI è presente sul territorio con 12 Delegazioni territoriali ed è inserita nell’elenco delle associazioni professionali del MISE, Ministero dello Sviluppo Economico (legge 4/2013) ed è garante delle capacità professionali e della deontologia dei propri iscritti nei confronti del mercato.

Da oltre 50 anni FERPI agisce per valorizzare la professione dei relatori pubblici e dei comunicatori presso tutti i pubblici di riferimento e supportare la crescita professionale dei soci con la formazione, l’aggiornamento costante e il confronto internazionale.
Partecipare come protagonista allo sviluppo del settore contribuendo all’analisi dell’evoluzione delle dinamiche del mercato e dei cambiamenti in atto nel mondo della comunicazione, è l’impegno quotidiano di tutta l’organizzazione associativa

Consapevole della necessità di percorsi comuni con le altre Associazioni del mondo della comunicazione, aderisce a ReteCoM per dialogare con le istituzioni centrali e locali, con le Parti Sociali e con tutti i soggetti politici ed economici coinvolti nella valorizzazione della professione del Comunicatore.

Associazione per lo sviluppo della Comunicazione Aziendale in Italia

Associazione italiana per la comunicazione tecnica

Federazione relazioni pubbliche italiana

Italian Advertising Association Chapter Italy

L’IAA è la più vasta rete internazionale di professionisti del marketing e della comunicazione. Istituita nel 1938 negli Stati Uniti, l’International Advertising Association rappresenta in modo globale tutti gli ambiti del marketing e dell’industria delle comunicazioni. Per oltre ottant’anni l’IAA ha svolto un ruolo importante nel supportare questioni chiave del settore come la pubblicità in quanto espressione della libertà di impresa, l’obbiettivo che la pubblicità sia onesta e corretta a tutela del consumatore e delle dinamiche concorrenziali, l’autoregolamentazione, la formazione e lo sviluppo professionale.

L’IAA è presente in 56 diversi mercati con chapter e affiliati all’istituzione, fra cui l’Italia con l’IAA Chapter con sede in Milano.

A livello internazionale conta oltre 4.000 membri individuali e corporate che appartengono al mondo del marketing, della pubblicità, dei media, dell’information tecnology e al mondo accademico.

In un mercato in continua evoluzione, l’IAA vuole assumere il ruolo di bussola nell’orientare strategie di marketing al fine di offrire un pensiero autorevole e di rilevanza sociale per lo sviluppo e difesa del settore. Il network vuole favorire la riflessione su temi di frontiera sia con riferimento ai trend comunicativi di oggi sia per le sfide di domani e nell’ambito degli obbiettivi intende garantire la formazione e l’aggiornamento continuo dei professionisti del settore anche in relazione allo scenario del marketing e comunicazione digitale in costante, evoluzione.

Il capitolo italiano dell’IAA è impegnato inoltre a patrocinare attività di ricerca di Università o Centri di ricerca per consentire ai suoi associati di accedere a contenuti di ispirazione per la propria professione.

L’IAA aderisce a Retecom con l’intento di far conoscere ai soggetti istituzionali le proprie caratterizzanti professionalità nel mondo della comunicazione consentendo così anche scelte politiche e legislative appropriate ed organiche.

Aziende della comunicazione unite

Nata dalla fusione di ASSOCOM e UNICOM, oggi UNA rappresenta la più importante associazione nazionale del mondo della comunicazione. Obiettivo di UNA è rappresentare una nuova, innovativa e unica realtà in grado di rispondere alle ultime esigenze di un mercato sempre più ricco e in fermento. Un progetto importante per dare vita ad una realtà completamente nuova e fortemente diversificata.

Attualmente conta circa 200 aziende associate operanti in tutta Italia provenienti dal mondo delle agenzie creative e del digital, delle agenzie di relazioni pubbliche, dei centri media, degli eventi, del mondo retail.

All’interno dell’Associazione vivono HUB specifici per assicurare tavoli di lavoro verticali rappresentanti diverse discipline della comunicazione come PR, Innovation, Retail, Loyalty, Media, Live communication e Business to Business.  Inoltre, sono state creati dei distaccamenti di zona che fungono da collegamento alle agenzie del territorio.

Un Centro Studi interno organizza stime di evoluzione del mercato e svolge ricerche di utilità per tutto il settore.

UNA rappresenta i propri associati a livello internazionale aderendo a: EACA (Associazione Europea delle Imprese di Comunicazione), a ICCO (International Communications Consultancy Organisation). E a livello nazionale aderendo a Confindustria Intellect, Pubblicità Progresso e allo IAP (Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria) e tramite la sua azienda di servizi AssAP Servizi S.r.l. è stata creatrice e partecipa al sistema di rilevazione dei dati di audiende: ADS, AudiMovie, AudiOutdoor, Audipress, Auditel e Audiweb.

UNA aderisce a ReteCom certa che l’unione di tante forze associative possa meglio rappresentare, nel rapporto con le Istituzioni e non solo, le molte declinazioni professionali ed aziendali presenti nel complesso mondo della Comunicazione.

ReteCoM è l’interlocutore delle Istituzioni e delle Parti Sociali per la tutela e la valorizzazione degli interessi delle aziende, dei professionisti e dei manager della Comunicazione

ReteCoM è la rete delle organizzazioni che operano nel mercato pubblico
e privato della Comunicazione

ReteCoM è l’osservatorio sull’evoluzione delle professioni
della Comunicazione del management.

Credits © ReteCoM 2021